Federazione svizzera per la formazione continua FSEA

SVEB/FSEA-Newsletter 01/2016, 27 gennaio 2016  


Cara lettrice, caro lettore,

l’apprendimento di strumenti digitali è un tema di forte attualità. Il termine di ricerca “alfabetizzazione digitale” ha circa 190 mila corrispondenza in Google. I media digitali permettono di rendere l’apprendimento individuale e flessibile. Attualmente i Massive Open Online Courses (MOOC) stanno suscitando discussioni, i corsi sono gratis e liberamente accessibili, il potenziale di formazione di base e continua è quindi enorme.

La digitalizzazione occupa anche la sfera della politica della formazione: nell’ambito di ET2020 un gruppo di lavoro a livello europeo a formulato delle raccomandazioni affinché le competenze digitali rientrino nelle competenze di base promosse in tutta Europa. La FSEA è coinvolta in due progetti europei in quest’ambito. Nel quadro della strategia e-inclusione della Confederazione abbiamo istituito un gruppo di esperti delle TIC e attori nell’ambito delle competenze di base affinché lavorino alla formulazione di raccomandazioni operative per i cantoni.

Con l’inizio del nuovo anno abbiamo anche il piacere di segnalarvi il tema del prossimo Festival della formazione che si terrà il 16-17 settembre. La manifestazione avrà per tema “la tecnologia digitale”.

Vi auguro una buona lettura.
Francesca di Nardo
Co-responsabile dei Segretariati FSEA e CFC

INDICE

1. Politica della formazione
- Formazione continua: i datori di lavoro sono sostenuti
- La formazione continua dovrebbe tutelare gli informatici dalla disoccupazione


2. Professionalizzazione / Formazione dei formatori FFA
- Procedure di validazione in Europa


3. Competenze di base / Illetteratismo
- Sondaggio sull’utilizzo delle TIC nell’insegnamento
- Gruppo di lavoro ET2020 vuole promuovere le competenze digitali


4. Sensibilizzazione / Festival della formazione
- Festival della formazione 2016


5. Manifestazioni FSEA
- Giornata qualità della rete romanda della formazione continua
- Espoprofessioni
- Presentazione della ricerca sulla formazione 2016 “Qualità nella formazione continua”
- Assemblea dei delegati e giornata della formazione della FSEA


6. buonoformazionecontinua.ch
- buonoformazionecontinua.ch: offerta San Valentino
- Nuovi enti aderenti al sistema buonoformazionecontinua.ch


7. Miscellanee
- Bando per particolari servizi pedagogici
- ELM: religioni e formazione degli adulti
- Uno sguardo alla formazione nel mondo
- Formazione continua: l’UNSECO definisce tre settori chiave
- La soluzione transitoria Erasmus+ sarà mantenuta


8. Persone
- Morte di una persona chiave della formazione continua

1. Politica della formazione

Formazione continua: i datori di lavoro sono sostenuti

Il 1° gennaio 2017 entrerà in vigore la Legge sulla formazione continua (LFCo) dove, tra l’altro, è indicato che di datori di lavori dovrebbero favorire la formazione continua dei propri dipendenti. Trvaille.Suisse promuove presso i datori di lavoro l’importanza di sostenere la formazione continua dei propri collaboratori. L’organizzazione mantello indipendente dei lavoratori ha presentato il 18 gennaio 2016, nel corso di una conferenza stampa a Berna, la propria carta dei principi “favorire la formazione continua – riflessioni sulla responsabilità dei datori di lavoro, dei lavoratori e delle associazioni dei lavoratori riguardo alla formazione continua”.
>> Maggiori informazioni (FR)



La formazione continua dovrebbe tutelare gli informatici dalla disoccupazione
Con la mozione “Proteggere dalla disoccupazione gli specialisti in informatica attraverso misure di formazione continua” dell’8 dicembre 2015 il Consiglio federale è incaricato di sviluppare insieme agli ambienti economici un piano di formazione continua per specialisti in informatica. Questo piano deve consentire agli interessati di stare al passo con le esigenze dell'economia, riducendo così il loro rischio di finire in disoccupazione. Nel contempo, gli informatici disoccupati d'età un po' più avanzata devono essere reinseriti nel mondo del lavoro attraverso misure di formazione continua adeguate.
>> Maggiori informazioni

inizio pagina

2. Professionalizzazione / Formazione dei formatori FFA

Procedure di validazione in Europa

La CEDEFOP (European Centre for the Development and Vocational Training) ha pubblicato l’inventario con le diverse procedure di validazione in Europa. Nella pubblicazione “European Inventory on Validation: 2014 Update” sono coentenuti 36 rapporti di 33 paesi. Nella raccolta si trovano anche 8 rapporti tematici, 2 casi di studio e l’analisi dei risultati principali. Il testo può essere scaricato gratuitamente dal sito della CEDEFOP.
>> Al rapporto (EN)

inizio pagina

3. Competenze di base / Illetteratismo

Sondaggio sull’utilizzo delle TIC nell’insegnamento

Il progetto europeo “DigiMaths” vuole esaminare l’utilizzo delle TIC nelle lezioni di matematica per gli adulti. I partner di progetto, tra i quali è presente anche la FSEA, stanno conducendo un sondaggio in cinque nazioni europee. Si vuole verificare come i docenti usano le TIC durante le lezioni ad adulti per promuovere le competenze nella matematica del quotidiano. I risultati del sondaggio permetteranno lo sviluppo di linee guida, un corso per formatori e lo sviluppo di materiale didattico.
È possibile partecipare al sondaggio online fino al 19 febbraio. Il sondaggio dura 4 minuti ed è anonimo.
>> Al sondaggio (EN)



Gruppo di lavoro ET2020 vuole promuovere le competenze digitali
La formazione degli adulti deve essere promossa a livello europeo. Nell’ambito di “formazione professionale e di base 2020” (ET2020) il gruppo di lavoro ha formulato delle raccomandazioni. Particolare attenzione è posta sulla promozione delle competenze di base soprattutto per quelle digitali. La formazione degli adulti dedica alla “digital Literay” poca attenzione nonostante sia una parte irrinunciabile della formazione di base per i giorni nostri. ET2020 forma gli ambiti strategici per la collaborazione europea in ambito di formazione per la Commissione europea allo scopo di sostenere lo sviluppo dei sistemi formativi degli astati membri.
>> Maggiori informazioni (EN)

inizio pagina

4. Sensibilizzazione / Festival della formazione

Tema del Festival della formazione “tecnologia digitale”

Il tema del Festival della formazione di quest’anno sarà “la tecnologia digitale”. La FSEA cerca organizzazioni attive in questo ambito che siano interessate a partecipare al Festival della formazione. Il prossimo Festival della formazione si terrà il 16-17 settembre 2016. Contatto: Bernhard Grämiger
Festival della formazione

inizio pagina

5. Manifestazioni FSEA

08.03.2016
Giornata qualità della rete romanda della formazione continua
La giornata sulla qualità è il seguito della giornata dedicata alla rete in romandia.



07-12.03.2016
Espoprofessioni
La manifestazione permette a studenti, insegnanti e genitori di avvicinarsi al mondo professionale. Presenti alla manifestazione anche i segretariati CFC e FSEA.
>> Maggiori informazioni



15.03.2016
Presentazione della ricerca sulla formazione 2016 “Qualità nella formazione continua”
La ricerca sulla formazione 2016 verteva sul tema della qualità. Nella ricerca sono state coinvolte 400 istituzioni di formazione continua. Nel corso della fiera della formazione zurighese saranno presentati i risultati e ci sarà spazio di discussione sulla qualità e il suo futuro con i rappresentanti degli enti di certificazione, dei prestatari di formazione, del mondo della politica e delle associazioni dei consumatori.
>> Maggiori informazioni



03.05.2016
Assemblea dei delegati e giornata della formazione della FSEA
Siete cordialmente invitati alla Giornata della formazione che si terrà, come consuetudine, al termine dell’Assemblea dei delegati. I temi trattati saranno nell’ambito del panorama della formazione continua e le conseguenti richieste alla FSEA. Avrete la possibilità, grazie a dei world- café, di sviluppare l’attuale politica della formazione come ad esempio la legge sulla formazione continua, l’iniziativa sul personale qualificato, la tematica dei rifugiati come pure le implicazioni per la strategia futura della FSEA.
La manifestazione sarà in tedesco/francese (traduzione simultanea).
>> Maggiori informazioni

inizio pagina

6. buonoformazionecontinua.ch

buonoformazionecontinua.ch: offerta San Valentino

Fare un corso insieme a una persona, ad esempio di AcroYoga o di Sushi permette di creare dei ricordi indelebili. Le persone intelligenti regalano alla persona amata esperienze invece di cioccolata. Sul sito buonoformazionecontinua.ch si può scegliere tra oltre 26'000 proposte formative. In tutta la Svizzera aderiscono al sistema dei buoni di formazione oltre 290 enti di formazione continua.
Per San Valentino la FSEA offre dal 1° al 10 febbraio uno sconto del 10% per ogni ordinazione. L’offerta è limitata. Al momento dell'ordinazione inserire il codice-sconto: VALENTIN
>> www.buonoformazionecontinua.ch/it/sveb



Nuovi enti aderenti al sistema buonoformazionecontinua.ch
La rete degli enti aderenti al sistema buonoformazioneocontinua.ch continua a crescere. Ad oggi sono 290 le istituzioni iscritte di cui 72 in romandia e 12 in Ticino. Nei mesi di dicembre e gennaio si sono iscritti: ZweiStunden, Zurigo; diebewerbung.ch, Meilen; SOMEXCLOUD GmbH, Zurigo; SKO Schweizer Kader Organisation, Zurigo e Feldenkrais Praxis, Speicher.
>> Maggiori informazioni

inizio pagina


7. Miscellanee

Bando per particolari servizi pedagogici

La fondazione Peter-Hans Frey conferisce un premio (di al massimo 10'000 CHF) che onori una realizzazione di particolare importanza nel campo della pedagogia. Il premio viene attribuito a cittadini e cittadine svizzeri/e che operano in patria oppure all’estero. I dossier con le candidature sono da inoltrare entro il 30 aprile 2016 alla fondazione. La consegna dei premi si terrà in novembre 2016.
>> Maggiori informazioni (TE)



ELM: religioni e formazione degli adulti
Il magazine europeo per la formazione degli adulti ELM dedica questo numero e il prossimo al tema “religioni e formazione degli adulti”. La religione ha molto in comune con l’educazione e la formazione. È una ricerca di senso, conoscenza, di esigenza e tradizione.
Nella pubblicazione gli autori affrontano l’eterna domanda: c’è spazio per le credenze religiose in un mondo laico fondato su metodi scientifici? A rispondere sono chiamati buddisti, druidi, cristiani e musulmani.
>> Maggiori informazioni (TE)



Uno sguardo alla formazione nel mondo
L’OECD ha pubblicato l’annuale rapporto “formazione in un colpo d’occhio – indicatori OECD 2015”. Il rapporto dà informazioni sullo stato della formazione nel mondo e tematizza le aree importanti della formazione nei singoli paesi con degli indicatori quantitativi che permettono confronti internazionali. I risultati principali sono rappresentati con grafici e tabelle. Lo scopo è quello di poter dare una panoramica della qualità dei sistemi di formazione nel mondo e dei governi per poter promuovere un’effettiva politica di formazione.
>> Al rapporto (TE)



Formazione continua: l’UNSECO definisce tre settori chiave
Nel 2015 l’assemblea generale dell’UNESCO ha adottato nuove raccomandazioni sulla formazione lungo tutto l’arco della vita. Tali raccomandazioni sostituiscono quelle del 1976 per affrontare le sfide di oggi in ambito sociale, culturale, economico e politico. L’Institute for Lifelong Learning dell’UNESCO ha presentato i tre settori chiave delle raccomandazioni nella sua dodicesima newsletter Confintea VI. Gli stati membri sono incoraggiati a intraprendere azioni per rafforzare la cooperazione internazionale.
>> Alla newsletter (EN)



La soluzione transitoria Erasmus+ sarà mantenuta
La Svizzera dopo il sì all’iniziativa contro l’immigrazione di massa non è più parte dei programmi europei di formazione Erasmus+. Il governo nel 2014 ha stabilito delle misure affinché si potesse ancora partecipare agli scambi e alle mobilità. La soluzione transitoria per gli Erasmus+ svizzera sarà adottata anche nel 2016. Anche i progetti di mobilità per la formazione degli adulti riceveranno sostegno finanziario. Organizzazioni e istituzioni possono candidarsi a progetti di mobilità della durata di uno o due anni. Saranno finanziati anche partenariati che possono dare un contributo agli scopi della politica della formazione svizzera. La prossima scadenza per i progetti di mobilità è il 4 marzo mentre per i partenariati il 7 aprile.
>> Maggiori informazioni

inizio pagina

8. Persone

Morte di una persona chiave della formazione continua

Hans-Ulrich Amberg direttore della FSEA dal 1966 al 1991 è morto a gennaio 2016 all’età di 89 anni. Cinquant’anni fa ha assunto la direzione della FSEA a tempo pieno, funzione che ha mantenuto fino al suo pensionamento nel 1991. Un primo traguardo dei primi anni è stata l’organizzazione di un corso per formatori che ha permesso di gettare le basi per lo sviluppo del percorso modulare FFA. Con il suo impegno nella politica della formazione e la creazione della rivista “Education Permanente” ha portato la FSEA ad essere l’associazione di categoria e d’interesse. Ha inserito nell’agenda della FSEA anche la creazione di reti internazionali. Con la morte di Hans-Ulrich Amberg la formazione continua perde un pioniere, che attraverso il suo impegno e la sua lungimiranza, ha ottenuto gradi risultati. Gli siamo molto riconoscenti e lo ricorderemo con gratitudine.

inizio pagina

Veniteci a trovare anche su FACEBOOK

 

 

inizio pagina

---------------------------------------------------------------------------

IMPRESSUM

Herausgeber / Editeur / Editore
Schweizerischer Verband für Weiterbildung SVEB
Fédération suisse pour la formation continue FSEA
Federazione svizzera per la formazione continua FSEA
Swiss Federation for Adult Learning SFAL

Redaktion / Rédaction / Redazione
Esther Derendinger (ede), Redaktionsleitung, deutsch
Alexander Wenzel (awe) français
Francesca Di Nardo (fdn), italiano

Werbung / Publicité / Pubblicizzazione
Urs Hammer, deutsch, français, italiano

inizio pagina